di Vittorio Nava - 01 gennaio 2019

Carta bianca

1 di 2

Carta bianca

Il piacere di una corsa sulla neve (Foto Dino Bonelli)

Carta bianca

Potrà sembrare un argomento un po’ eccentrico, ma chi ci legge e ci segue lo sa bene: a noi piace esplorare nuovi territori della (e per la) corsa. Non deve dunque stupire una copertina innevata con tanto di strillo principale che annuncia un servizio dedicato al running sulla neve – approvato da uno come Marco De Gasperi, abituato a correre a qualsiasi altitudine e clima – pensato per convincere anche il corridore più scettico di quanto possa essere gratificante un’esperienza del genere, così diversa da una falcata su strada o su sterrato.
Allora carta bianca alla voglia di neve se scenderà copiosa nel parco vicino a casa o in montagna, dove sarà possibile anche schierarsi alla linea di partenza di alcune competizioni dedicate.
Certo, non di sola neve può nutrirsi il runner invernale. E per inaugurare il nuovo anno con il passo giusto servono stimoli importanti. Per esempio convincendosi che proprio il running si colloca fra i più efficaci elisir per l’eterna giovinezza. Ebbene sì: secondo molti ricercatori e decine di studi sulla longevità, la pratica della corsa risulta essere uno dei migliori strumenti per prevenire l’invecchiamento. Imperdibile il servizio che dedichiamo all’argomento a partire da pagina 40. Chiarirà molte perplessità in proposito.
E se non bastasse, conviene proseguire con la lettura di RW per approdare ad altre ventisette (!) buone ragioni che fanno del runner un portatore sano di benessere anche a tavola.
Chi invece i dubbi li risolve quando si tratta di correre meglio è il nostro coach, il Prof. Fulvio Massini che affronta un tema dell’allenamento particolarmente intrigante e, come si evince dal titolo a pagina 48, dai connotati “hard”: la settimana di carico, la più impegnativa di tutte, sia che si tratti di preparare una 5K o di programmare una maratona. Ripetute, tempo run, lunghi e lenti per raggiungere il top della condizione all’appuntamento con la prima gara della stagione. Buon 2019!

Straneo con Baldini verso Tokyo 2020

Valeria Straneo sarà allenata da Stefano Baldini

Straneo con Baldini verso Tokyo 2020

Dopo due anni difficili tra infortuni e ricadute, Valeria Straneo ha finalmente tagliato il traguardo di una nuova maratona, a Valencia, lo scorso 2 dicembre. Ora guarda avanti e a seguirla al suo fianco c’è Stefano Baldini.
© RIPRODUZIONE RISERVATA